MANUEL RINALDI (ITA) "Faccio quello che mi pare"

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

FREE SOUND MOMENT:  Tana libera tutti. Ma proprio tutti. Parola di Manuel Rinaldi.

MANUEL RINALDI (ITA) "Faccio quello che mi pare"

di LUCA MARSI

 Ecco il nuovo disco del rocker Manuel Rinaldi. Nuova prova di stile e di energia che vede la luce in un periodo ricco di tensioni sociali ed economiche. E questo disco non la manda certo a dire. Si intitola “Faccio quello che mi pare” ed il singolo di lancio è “Lo stato dei soldi”. A tutto volume…

Dattiloscritto per l’istinto e la pancia: che dietro ci sia lo zampino dell’aria che respira è assolutamente evidente. Che davanti ci sia tutta la grinta che meritiamo e pretendiamo…non ci piove. Per chi dalla musica chiede la botta allo stomaco e alle vie respiratoria allora eccovi a gustare il nuovo disco di Manuel Rinaldi. Sono 11 gli inediti aguzzi come frecce, scagliate alla volta del buon pensar, del perbenismo, del finto altruismo…ci hanno stufato le etichette e ci stanno annientando le scuole accademiche del pensiero popolare. Basta. Diciamo basta gridando in aria questo disco che a tratti par volersi ispirare alla visione donistica di Pier Paolo Pasolini. Parliamo di 40 anni fa. Ma parliamo anche di un brano di lancio come “Lo stato dei soldi” che non sembra troppo diverso in queste linee guida. E se cercate la calma piatta di un intimismo riflessivo allora cambiate disco. Qui il pop rock italiano in tutte le sue facce e tradizioni non lascia tempo al tempo di respirare. Forse appena quando suona “La gente giusta” ma sono attimi e sensazioni. E che dire del grunge alla Nirvana che pulsa quando suona “Non far finta di niente”? Diciamo solo che bel sentire. Basta con le etichette e basta con le cover. Libertà è partecipazione…e noi siamo pronti a partecipare al banchetto di Manuel Rinaldi. Play LOUD.