GEDDO (ITA) "Alieni"

 ESCAPE='HTML'

GEDDO (ITA) "Alieni"

di LUCA MARSI

--- FreeSoundMagazine.it


FREE SOUND MOMENT: gli “Alieni” visti da GEDDO. Vi raccontiamo il nuovo disco di GEDDO ormai in pasto alla critica da qualche mese.

Dattiloscritto per l’istinto e la pancia: ecco un altro disco che non raggiunge i canali tradizionalmente digitali. Insomma come a dire che di GEDDO non ne sentiremo parlare tanto facilmente…almeno tra noi figli dei click su social e spotify. Tra noi “Alieni”!!! Canzone d’autore, classica, fin troppo classica, ligure e si sente tanto forse per quel certo gusto intimo e “rotondo” di incastrare le parole e la musica. E parlando di musica allora ci sono in ballo melodie fresche, leggere, senza particolari organze per palati fini e pregiate sensibilità culturali, ma sono strutture canoniche di strofe e di ritornelli decisamente puliti…ecco la parola che più calza per questo disco, pulizia! Strutture dicevamo che lasciano ampio spazio al racconto di questi “Alieni”…vita che si consuma nella normalità del quotidiano, in cui il punto di vista affonda gli artigli negli altri…gli “Alieni” appunto che a quanto pare non riguarda l’essere e il vivere di Geddo che si sente lontano da certe dinamiche…come molti d’altronde. 

Cantilenanti melodie fantastiche come “La ragazza senza dubbi” si alternano a seriose interiora di cuore come in “Non dirmelo” in cui ci avremmo ben visto la voce di Zibba…e non a caso i due non sono poi tanto distanti, “Alieni” forse della stessa galassia. Elettronica e digitalizzazione di gusto sparse qua e la per coprire una track list di 14 brani forse un po’ troppo lunga per i giorni che corrono nella vita di questi “Alieni” sempre impegnati alla salvaguardia della distruzione del pianeta. Insomma, Geddo suona bene e suona composto e suona dunque pulito. Il suo pop italiano d’autore non fa cenni di rivoluzione e la pancia vorrebbe tremare un po’ più d’emozioni invece che sedersi a guardare un film davvero ben fatto ma programmato già mille altre volte.