À L'AUBE FLUORESCENTE, intervista del mese di MAGGIO 2015

À L'AUBE FLUORESCENTE hanno incantato FSM con il debut album “Taking My Youth”, dopo averli elogiati come band del mese FSM di Aprile 2015  li abbiamo incontrati per una "fantastica" intervista.

Chi sono gli À l'aube fluorescente? A voi la "scena".. presentatevi per bene al pubblico di FSM

Più chi sono gli à l'aube fluorescente potrei dirti che cos'è à l'aube fluorescente. Questo perché intesi come singoli abbiamo un campo d'esistenza musicale abbastanza limitato, sporadiche collaborazioni a parte. Alaf è la risposta al bisogno che avevamo di fare qualcosa di anacronistico all'interno del contesto temporale e sociale in cui abitiamo. Il tutto si concretizza in stanzette spesso temporanee, sempre in tarda serata. In 3 anni abbiamo girovagato fra il Sangro e la Valle Peligna, passando pure per il Pescarese. Può darsi che qualcuno, prima o dopo, percepisca questo nomadismo anche nel disco. 

À l'aube fluorescente è un nome molto singolare per una band Italiana, sono curioso di sapere il significato è soprattutto come è venuto alla luce.

Sicuramente, a suo tempo, è stata una scelta incosciente e spontanea. Può sembrare banale da dire (e forse lo è) ma 3 anni fa non pensavamo di fare un disco in così poco tempo, 
di trovare un'etichetta che appoggiasse il progetto e di poter avere un riscontro di pubblico. Ovvio che se sai tutte queste cose  ti scegli un nome facile da ricordare e da scrivere. Non è questo il caso, ma attraverso qualche meccanismo che ancora ignoriamo resta impresso ed è parte attiva del percorso. Dentro c'è tutto il concept della band. Le cose su cui ci siamo focalizzati per trovare un'identità. La cosa che posso dirti è che suonava bene. Il tutto ovviamente va considerato nell'ottica di quel periodo: ignoravamo i meccanismi che regolano questo fantomatico "underground" musicale. Ci trovavamo e suonavamo. 

Il vostro sound Anglofono è particolarissimo (faccio i miei complimenti alla timbrica del singer che è fantastica), come mai avete scelto la lingua Inglese per il progetto?

Non è che ci siamo trovati un giorno e ci siamo chiesti "Allora che si fa? Inglese o Italiano?". È semplicemente l'unico veicolo linguistico del progetto al momento. Che poi questa caretteristica in Italia sia sinonimo di handicap musicale (sopratuttto nel rock) è una conseguenza che paghiamo ogni giorno sulla nostra pelle. Purtroppo va così e lamentarsi è inutile. Sarebbe come dannarsi una vita per essere nati castani.

Ho ascoltato con cura "Taking My Youth" il nuovo cd, ci sono canzoni davvero belle e longeve, prima di svelare la mia preferita mi piacerebbe avere una descrizione vostra generale del disco.

A livello di sonorità è complesso da collocare, soprattutto per noi. Anche perché vederci dal vivo non corrisponde esattamente ad ascoltare il disco. Diciamo che in quel frangente la componente eterea e psicheledica prende il sopravvento su quella sostanzialmente "di pancia" che magari avverti come dominante in alcuni pezzi. Nelle registrazioni secondo me si percepisce l'avvicendarsi sonoro di questi due aspetti; per quel che concerne le influenze la verità è che alla fine ognuno ci sente quel che vuole sentirci. Le tematiche sono varie ma allo stesso tempo accomunate. È un disco romantico nel senso etimologico del termine. Nostalgico. L'introspezione è una tappa imprescindibile per comprendere l'esterno. 

La copertina dell'album è un'altro elemento che mi ha colpito come mai questa scelta?

La copertina l'ha realizzata Roberta Melone (insieme al resto dell'artwork) ed è una delle poche cose su cui non abbiamo mai avuto un singolo dubbio. L'abbiamo vista e abbiamo capito che era giusta. 
Come molto altro della nostra musica ha un'origine cinematografica. È semplicemente un momento, un istante che puoi fermare ed afferrare. L'arancione poi ci sembrava rispondere cromaticamente alle sonorità.

Lover - Liar è il pezzo a mio avviso più interessante, ha un ritornello "forte" e appassionante, di cosa parla la canzone? 

"Chi ama a prima vista,tradisce ad ogni sguardo" è la frase cuore del film che ha mosso l'intero pezzo (tanto per tornare ai riferimenti cinematografici) .L/L parla dell'ossessività e della  possessività dei rapporti. Racconta di come l'egoismo e la competizione logorino inevitabilmente le relazioni, riducendole ad una corsa sfrenata alla prossima emozione.

Quali sono i vostri piani per il futuro? Ci saranno concerti per promuovere il disco?

Ci saranno concerti ogni qual volta riusciremo a trovarne. Non è semplice. Mancano gli spazi, mancano i gestori disposti ad ascoltare. Manca tutto insomma. Per ora siamo riusciti a mettere su un po' di date e sta andando bene. Sicuramente uscirà un altro video. Abbiamo sviluppato un bel concept e vedremo di girarlo quanto prima con i ragazzi di New Star Movies.

Come sapete, FSM vi ha voluto premiare come band del mese di Aprile 2015, sapete ..scegliamo sempre quelli che per noi sono i migliori emergenti Italiani del momento in base sia ai progetti che ai nuovi video di qualità, secondo voi è utile il nostro lavoro a riguardo? Come valutate FSM come sito musicale? Ci piacerebbe ricevere dei suggerimenti per migliorarlo ulteriormente.

FSM è una piattaforma molto interessante. Ne conoscevamo l'attività ancor prima di diventarne parte attiva come band. Il lavoro delle webzine indipedenti è importantissimo. Soprattutto quelle che si muovono al di fuori delle logiche di collaborazione SOLO con determinati uffici stampa. Purtroppo questo succede anche con la gestione dei live club ed è forse l'aspetto più marcio della scena italiana. In questo senso FSM è un portale "pulito". Vi ringraziamo per questo. Suggerimenti non siamo nella posizione di darne. Possiamo soltanto esortarvi a proseguire su queste linee guida.

Mi ha fatto molto piacere fare un intervista con voi, siete una band con grande talento e originale, vi auguro una grande carriera musicale.

Grazie a voi dell'opportunità.

https://itunes.apple.com/us/artist/a-laube-fluorescente/id898624332
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Alaf.Official